Mirko Bonfanti
Betula docet
add to cart
aggiungi al carrello
options available
opzioni disponibili
1 / 6 ◄   ► ◄  1 / 6  ► pause play enlarge slideshow
Betula docet
add to cart
aggiungi al carrello
options available
opzioni disponibili
2 / 6 ◄   ► ◄  2 / 6  ► pause play enlarge slideshow
Betula docet
add to cart
aggiungi al carrello
options available
opzioni disponibili
3 / 6 ◄   ► ◄  3 / 6  ► pause play enlarge slideshow
Betula docet
add to cart
aggiungi al carrello
options available
opzioni disponibili
4 / 6 ◄   ► ◄  4 / 6  ► pause play enlarge slideshow
Betula docet
add to cart
aggiungi al carrello
options available
opzioni disponibili
5 / 6 ◄   ► ◄  5 / 6  ► pause play enlarge slideshow
Betula docet
add to cart
aggiungi al carrello
options available
opzioni disponibili
6 / 6 ◄   ► ◄  6 / 6  ► pause play enlarge slideshow
Betula Docet

Il nome betulla deriva da una radice linguistica indoeuropea che significa ‘splendente’.

La betulla resiste a condizioni ambientali avverse, quali geli improvvisi e periodi intensi di siccità inoltre riesce a vivere in luoghi poveri di risorse.

Nonostante sia aggredita da innumerevoli parassiti animali e vegetali, subisce danni limitati, e solo in condizioni particolari cede ad attacchi di una certa gravità.

E’ una piante eliofila e pioniera che rapidamente occupa aree scoperte dopo gli incendi o il taglio, formando boschi puri o presentandosi in gruppi e elementi isolati.

Come la betulla insegna, dobbiamo farci forti alle avversità, accrescere la consapevolezza che la luce esiste perché esiste l’oscurità, che il buio è condizione necessaria per ritrovare la propria luce, che indagare le proprie ombre è cammino obbligato di crescita, che risplendere è un lavoro quotidiano, complicato ed ostinato. Ma necessario.
loading